ARTICOLO 18 – Considerazioni di un piccolo imprenditore

di Federico Caravita

Nelle PMI ( piccole e medie imprese) spesso il lavoratore diventa un amico che lavora fianco a fianco con il titolare. E’ sbagliato fàvorire il lavoratore che di lavorare ha poca voglia, ma al contrario è doveroso sostenere gli “altri”, quelli che si impegnano nel comune interesse: del posto di lavoro e dell’azienda che glielo assicura. Questi dovrebbero essere incentivati con congrui premi di produzione e possibilmente con una percentuale sugli utili aziendali. Penso fermamente che il piccolo imprenditore non rifiuterebbe queste proposte, perché ben conscio che un buon collaboratore si guadagna abbondantemente il salario, proprio con l’alto rendimento del suo lavoro.


E’ ben difficile che un piccolo imprenditore si comporti da ottuso sfruttatore con i suoi operai o collaboratori validi. Certo non può permettersi di tenersi soggetti che, non impegnandosi e sfruttando le possibilità offerte dalla legislazione sul lavoro o dai contratti di categoria, diventi addirittura un peso morto: ciò che una piccola impresa non può sostenere perché verrebbe messa in forti difficoltà.


Questa situazione andrebbe considerata anche nell’ottica imprenditoriale delle grandi imprese, le quali, pur con tutte le riserve del caso, hanno moltissime affinità con le situazioni delle PMI che ho sopra indicato.
Le grandi imprese avrebbero tutto l’interesse di poter premiare i “veri lavoratori”, ma anche di potersi liberare degli “improduttivi”.


Queste sono le motivazioni principali che provocano la diffusa richiesta di abolire l’articolo 18, il quale è stato studiato per garantire il posto di lavoro e si è invece trasformato in uno strumento di protezione per chi ha poca voglia di lavorare.

2 Commenti a “ARTICOLO 18 – Considerazioni di un piccolo imprenditore”

  • Cristiano M.:

    …. bè, allora io non sono fortunato nell’ambito lavorativo, non ho mai trovato un “padrone” che lavorasse al mio fianco.

  • Carissimo Cristiano M.
    forse non hai osservato nel campo delle piccole imprese (ARTIGIANI, COMMERCIANTI, PICCOLISSIME INDUSTRIE).
    Se ti è possibile, prova a guardare bene e vedrai titolari di negozi a fianco dei commessi- piccoli industriali a guidare “muletti”-
    mogli di titolari, in ufficio sino agli ultimi giorni di gravidanza- artigiani al banco di lavoro a fianco degli operai e via di
    seguito. C’è tutto un mondo , nel campo del lavoro, che è sconosciuto o ignorato e mi riferisco al mondo delle micro-imprese.
    Dobbiamo solo informarci e osservare bene in giro. Prova anche tu e poi ci risentiamo. Ciao. Ti saluto Federico.

Lascia un Commento

VOCI DEL NORD ospiterà gratuitamente suggerimenti e scritti d'interesse generale inviati dai visitatori, i quali ne assumeranno l'esclusiva responsabilità ad ogni effetto di legge.

La Redazione

Categorie
Count per Day
  • 116854Totale visitatori:
  • 39Oggi:
  • 48Ieri:
  • 425La scorsa settimana:
  • 919Visitatori per mese: