POLITICA CITTADINA MILANESE

A Milano, I’imponente cavallo di bronzo disegnato da Leonardo da Vinci, realizzato da italo-americani a loro spese e donato alla città di Milano, è stato relegato nel piazzale antistante l’ippodromo di S.Siro, ma meritava ben altra e più rappresentativa collocazione.

Questo capolavoro dovrebbe essere posto nella piazza Duca D’Aosta, di fronte alla grande Stazione Centrale, perché il cavallo è stato il fedele e generoso “mezzo di trasporto” e collegamento durante tutto il progredire della civiltà, sino alla metà del secolo scorso.

L’uomo ha un debito morale altissimo verso questo nobile animale. Noi a Milano possiamo dargli una meritata evidenza nel luogo che proponiamo. Ci sembra un vero delitto lasciare un’opera artistica di tale rilievo, appartata nel quartiere dell’ippodromo dove il pubblico frequentatore è numericamente limitato.

Signor Sindaco, scegliamo subito una miglior collocazione del generoso e costoso dono ricevuto dagli amici americani, ne guadagnerà moltissimo anche l’immagine della nostra Milano nei confronti della fiumana di turisti e viaggiatori che ogni giorno passa sul piazzale.

F. C.

Lascia un Commento

VOCI DEL NORD ospiterà gratuitamente suggerimenti e scritti d'interesse generale inviati dai visitatori, i quali ne assumeranno l'esclusiva responsabilità ad ogni effetto di legge.

La Redazione

Categorie
Count per Day
  • 112718Totale visitatori:
  • 20Oggi:
  • 40Ieri:
  • 236La scorsa settimana:
  • 597Visitatori per mese: