GOVERNO “TECNICO”

di “Federico Caravita per il Circolo La Martinella”

E ora abbiamo il “Governo Tecnico” !
Un governo costituito da grandi professori ed economisti, i quali si sono impegnati a salvare le disastrate finanze italiane. Bene. Noi siamo piccoli e modesti padri di famiglia, non abbiamo altisonanti titoli accademici o magniloquenti curricula da sventolare. Per amministrare le nostre famiglie ci limitiamo ad osservare una regola sola e antica come l’umanità: non spendere più di quanto guadagni! Cioè: elimina le spese superflue ed inutili !
Osservando questa regoletta nell’amministrazione delle nostre famiglie, noi ci permettiamo di suggerire al nuovo Governo “Tecnico” alcuni costi ed alcune spesette, superflue ed inutili, che hanno messo in ginocchio l’Italia:

= Enti inutili
= Regioni a statuto speciale.
= Provincie.
= Finanziamenti ai Partiti politici ed ai loro mezzi d’informazione (giornali, Radio – TV)
= Contributi ed elargizioni (mascherate sotto mille forme) a persone straniere clandestine e non – oltre ai loro parenti stretti.
= Trasferimenti di risorse all’estero da parte di stranieri soggiornanti in Italia, da tassare al 20% e non soltanto al 2% .
= Utili di gestione e bilanci dei Sindacati (tutti!). Non tassati e segreti.
= Otto per mille al Vaticano.
= Costi derivanti dall’immigrazione ( favorita e non ostacolata ).
= Emolumenti vergognosi a caste privilegiate (Parlamentari-Magistrati).

 

Sono poche voci, ma molte altre ne possono essere aggiunte dallo stesso Nuovo Governo “Tecnico” altamente specializzato in queste cose.
Noi, da umili pater familias, ci limitiamo alla segnalazione di quanto sopra e ad attendere fiduciosi (!?) drastici tagli sui cosiddetti costi inutili e parassitari. Sono provvedimenti che il governo Berlusconi non è riuscito ad adottare, lo faccia il “Nuovo Governo Tecnico” e risanerà notevolmente il bilancio dello Stato.

14 Commenti a “GOVERNO “TECNICO””

  • Gianfranco:

    bravissimo Federico !

  • otiv:

    L’italia della Casta e delle Banche ci vuole affossare i diritti ottenuti in tanti anni di lavoro.

    Sono di sinistra ma non credo nel PD,tantomenu nel PDL e UDC..

    Vogliono elevare l’anzianità a 41 e 43 anni farci andare in pensione a 70 anni.

    No si può opporsi con decisione a questo autentico sorpruso.
    Bisogna mettere in piedi subito una protesta decisa a questo schifo di soluzione.
    Prima le banche, l’Europa,la Casta Politica ci hanno disastrato approfittando che qualcuno mettesse a posto i suoi affari,ora ci fanno pagare il conto che dovrebbero pagare loro.

    Anche se di sinistra io ci sto anche a creare una Confederazione Padana che tuteli i nostri diritti, pechè di doveri ne facciamo già a sufficienza.

    otiv.

    • Cristiano M.:

      anche chi la pensa diversamente dalla Lega Nord può dire cose interessanti e sensate è il caso suo Otiv. Sono daccordo con Lei.

  • otiv:

    Lo sapevate che i bancari quando vengono messi in mobilità percepiscono 5 anni dela loro cassa Bocred ?v(edi 5200 impiegati Unicredit liquidati in questo mese).

    Ebbene dal 1/1/2012 non sarà più la loro casa Bocred a regalargli 5 anni di mobilità ma noi con le super tasse e il nuiovo sistema delle pensioni a donarglierla su un piatto d’argento.

    Dovete illustrare a tutti questi questi privilegi veramente insopportabili.

    Saluit.

  • Caro Otiv, le notizie che ci dai sono troppo sintetiche. Potresti inviarci un articolo fondato su dati sicuri e
    ben dettagliato? Noi te maderemmo in rete. Fatti sentire- anche sull’indirizzo mail: info@lamartinella.net
    Ti aspettiamo. LA MARTINELLA..

  • […] pubblico e che si sarebbero dovute eliminare immediatamente. Elenco contenuto nel nostro articolo: “GOVERNO TECNICO” (nella finestra “Articoli in evidenza”), ma di quelle voci indicate, non una è stata […]

  • Franco:

    L’articolo governo tecnico manca di altre voci come le missioni militari “pardon di pace” al estero”miliardi”e aggiungete….
    Cosa abbiamo da aggiungere ,proviamo… gli F. 35 aerei militari per un numero di 95 begli esemplari che a detta degli stessi tecnici americani hanno anche il pregio di non sapere volare. Domanda chi ha commissionato tali esemplari? Una personaggio con i baffi”molto vicino alla sinistra”. Quanti pseudo politici hanno mal condotto il paese portandolo quasi alla rovina “vedi il cosi detto debito sovrano”A .molti personaggi non gli basterebbero mille vite per ripagare ii danno economico e morale che hanno prodotto in questo paese.

  • Caro Franco, sono pienamente d’accordo con te e approvo la tua segnalazione sugli aerei F35. Spero molto che altri lettori aggiungano ulteriori esempi di sperpero del denaro italiano. Grazie e saluti. Federico

  • lombardi-cerri:

    La questione degli F35 viene affrontata, more solito, con toni da Bar sport.
    Gli F35 volano , e volano bene, così come i loro predecessori F15, F16, F18.
    Come i loro predecessori richiedono non brevi messe a punto e diversi stadi di collaudo.
    Ricordo solo che l’Eurofighter, prima di diventare il meraviglioso aereo che è, ha subito critiche analoghe da parte dei tuttologhi.
    Comque non c’è problema .
    L’Italia sta a poco a poco avvicinandosi al suo posto definitivo: vendere tappeti e Coca Cola sulle spiagge, con la crescente concorrenza degli extracomunitari che sempre più saranno accolti a bravccia aperte.

    • Schwefelwolf:

      C’è anche da dire che un Paese capace di sacrificare due suoi soldati, responsabili solo di aver compiuto il proprio dovere – e che meriterebbero pertanto un encomio – consegnandoli tremebondo all’illecito arbitrio di un “Paese” del Terzo mondo, che li aveva “arrestati” in piena violazione del diritto internazionale e che li ha poi “riottenuti” con un’ulteriore violazione del diritto internazionale – ebbene, un Paese cosí non può aspettarsi, né – tantomento – pretendere rispetto: neanche dai marocchini che infestano le spiagge vendendo tappeti o gelati.

      Si ricasca sempre lí: l’Italia non è un “Paese”, ma solo un’entità geografica: con tanto sole, pizza e mandolini…
      A cosa servono gli F35 – o futuri “F40, 50 o 70” – se chi li comanda non è né degno né capace di “portare” neanche un triciclo?
      Che nausea…

  • Franco:

    Egregio illuminare della scienza, mi inchino al tuo grande sapere… Quanto da me riportato all’attenzione non è da

    bar sotto (termine così poco abusato da lasciarmi basito) ma del Dipartimento della difesa Usa che ha considerato gli F-35

    della Lokheed Martin, facili da abbattere e con difetti strutturali a detta del Pentagono…..Spiagge, tappeti e Coca cola.. la mia

    piccola capacità di comprendere non mi permette di capire il nesso. Auguri.

  • lombardi-cerri:

    Egregio Sig.Franco,
    quando si vogliono trattare argomenti molto difficili, occorre prima studiare accuratamente le documentazione e non , grazie ad un comodo internet , andarsi a leggere i commenti dei giornali italioti.
    A puro titolo esemplificativo le dirò:
    1.-I cosiddetti difetti strutturali sono vibrazioni in virate al disopra dei 10 G che non hanno portato a nessuna distruzione di aereo.
    2.- Il ” facile abbattimento” si riferisce ad uno dei radar di bordo che non segnala con sufficiente anticipo l’arrivo di un aereo nemico.

    Guardi che quando si collauda un nuovo tipo di auto, la relazione iniziale è farcita di rilevanti osservazioni negative.
    Il collaudo si fa apposta per evidenziare i difetti.
    Comunque le segnalo che nessuno in USA si è mai sognato di annullare la commessa degli F35 per insuperabili difetti concettuali.

    Veniamo alla parte finale del suo acido intervento.
    Al bar sport è stato detto:
    a.- Chimica secondaria NO . E quindi addio all’industria farmaceutica.
    b.- Nuclere NO GRAZIE. Equindi sudditanza energetica e costi energetici assolutamente inaccettabili.
    c.- Si al FV. Equindi acquisto TOTALE dei prodotti all’estero
    d.- Auto di lusso (Alfa Romeo e Lancia) NO . E quindi totale dipendenza dalla Germania.
    e.- Computer NO: E quindi chiusura dell’Olivetti.
    f.- Attacchi a Finmeccanica (uno dei pochi siti di autentica ricerca) con lo scopo di farne uno spezzatino.

    e via discorrendo. Veda un po’ lei che cosa hanno deciso di fare gli italiani da grandi, se mai lo diventeranno.

  • […] Caravita per il Circolo La Martinella” Pubblicato in questo Blog il novembre 22, 2011 ( Clicca su questo collegamento per vedere l’articolo originale ) E ora abbiamo il “Governo Tecnico” ! Un governo costituito da grandi professori ed […]

Lascia un Commento

VOCI DEL NORD ospiterà gratuitamente suggerimenti e scritti d'interesse generale inviati dai visitatori, i quali ne assumeranno l'esclusiva responsabilità ad ogni effetto di legge.

La Redazione

Categorie
Count per Day
  • 111780Totale visitatori:
  • 31Oggi:
  • 33Ieri:
  • 265La scorsa settimana:
  • 612Visitatori per mese: