SICUREZZA e autodifesa

 

G.L. Lombardi-Cerri

 

Il diritto alla difesa della propria persona, della propria famiglia e dei propri beni è un principio assoluto, sovrano , naturale che non è contestabile in nessun modo in quando fondato non solo sulla natura dell’essere umano, ma addirittura nella natura dell’essere vivente. Su questo principio nessuno può discutere poiché ogni dubbio va contro natura. E’ come se uno contestasse la gravitazione universale. Allo scopo di evitare degenerazioni ossia di considerare una difesa che in realtà difesa non è, ma invece un vero e proprio attacco contrabbandato come difesa, gli uomini hanno concordato la costituzione di un corpo armato denominato POLIZIA , alle dipendenze della Stato considerato (ahimè in Italia, no) in posizione oggettiva. Questo corpo , e non è scritto da nessuna parte salvo che nella testa di alcuni giudici italioti, non sostituisce il diritto all’autodifesa, ma cerca , attraverso una adeguata prevenzione , di precederlo.

 

Ciò significa chiaramente che l’unica distinzione che dovrebbe fare un giudice è quella atta a stabilire se di autodifesa si tratta e gestita in limiti PLATEALMENTE leciti. Alcuni esempi. Se uno entra in casa mia senza il mio esplicito permesso ha chiaramente intenzione aggressiva, a meno di fatti così rilevanti che escludono la necessità di dettagliate analisi ( ad esempio l’ingresso dei pompieri in caso di incendio). Se poi qualcuno entra specificatamente nel confine segnato da muri, non vi sono dubbi di sorta. Se invece valica un confine semilabile ( ad esempio un semplice recinto ) occorre , prima di intervenire , accertare le reali intenzioni. Se entra e avanza in atteggiamento minaccioso, l’intenzione aggressiva è chiara. Se invece fugge lo scopo della difesa è ampiamente raggiunto.

 

Anche al difuori della proprietà permane il diritto alla difesa: Solo che va ben dimostrata l’aggressione e l’entità della medesima. ( ecco il “non plateale” ) L’entità dell’aggressione va valutata non con il bilancino del farmacista , ma come abbiamo scritto più sopra, platealmente , ossia al dilà di ogni ragionevole dubbio.. Se una aggressione consistente in un insulto verbale o in uno schiaffo il rispondere con una revolverata è sicuramente un eccesso condannabile. Se reagisco con una revolverata ad una scarica di pugni da parte di uno più forte di me non vi è quasi mai un eccesso di reazione. Veniamo alla polizia e ai reparti assimilati. Non vi è niente che possa giustificare una azione o una grave reazione fisica verso un poliziotto chiaramente individuabile come tale. Se un poliziotto spara ad uno che fugge e non si ferma al suo alt. L’azione anche letale, da parte del poliziotto è pienamente giustificata. Perchè in Italia non succede mai che l’aggredito possa adeguatamente reagire ?

 

1.-Perchè molti giudicanti possiedono un DNA che li fa mettere sistematicamente all’opposto di una qualsiasi parte sostenuta dal buon senso, attraverso cavilli insensati. Forse per estrinsecare una volontà di potenza. O forse per ergersi a creatori di una nuova morale.

 

2.-Perchè si vuole tenere compresso , per non dire schiacciato, ogni desiderio di reazione ad una palese ingiustizia, nel timore che questa reazione prenda piede nei confronti di una autorità oppressiva. Meglio sopportare un “semplice ” assassino o , meglio ancora un “semplicissimo” ladro ( tanto , semmai, vanno a danneggiare gli ALTRI), che centinaia di persone che, reagendo, potrebbero minacciare il potere. I detentori del potere tuttavia non conoscono o fanno finta di non conoscere la storia che indica chiaramente che un simile atteggiamento accelera il processo collettivo di reazione. ?

 

Ma già : “quelli che gli dei vogliono perdere, prima li fanno impazzire”

 

G.L. Lombardi-Cerri

 

Lascia un Commento

VOCI DEL NORD ospiterà gratuitamente suggerimenti e scritti d'interesse generale inviati dai visitatori, i quali ne assumeranno l'esclusiva responsabilità ad ogni effetto di legge.

La Redazione

Categorie
Count per Day
  • 104236Totale visitatori:
  • 19Oggi:
  • 20Ieri:
  • 184La scorsa settimana:
  • 417Visitatori per mese: