Lettera a Libero di Lombardi-Cerri

 

G.L. Lombardi-Cerri

 

“IL NOSTRO FEDELE COLLABORATORE : GIAN LUIGI LOMBARDI-CERRI, CI CHIEDE DI PUBBLICARE UNA SUA LETTERA INVIATA AL GIORNALE QUOTIDIANO “LIBERO” E NOI LO FACCIAMO VOLENTIERI, CONDIVIDENDO INTERAMENTE LE SUE OPINIONI. –F.C. “

 

Egregio Direttore,
dopo aver letto l’articolo di Fausto Carioti sull’inaugurazione dell’anno giudiziario , mi rivolgo a Lei perché utilizzi tutto il suo potere per fare il mio nome alle dovute autorità come il massimo esperto mondiale di informazioni. Ho fondato e capeggio un ufficio davanti al quale CIA, MOSSAD e KGB , messi insieme , sono dei mostruosi dilettanti. Pensi che è stato dichiarato* in pompa magna che la mafia e simili si sono infiltrate al Nord. Il mio prezioso Ufficio conosceva questo stato di cose sin dall’inizio degli anni novanta avendo ricevuto informazioni riservatissime , da innumerevoli cittadini (per dire quasi tutti quelli che frequentano le piazze ed i mercati rionali ) di Milano sud , dove ho abitato, che, specie nei comuni di Corsico e Buccinasco erano saldamente piazzate e operanti notissime famiglie mafiose.

 

E non perché lo affermava qualche nordista incallito , che dichiarava mafioso un Calogero qualunque, ma perché i nomi delle famiglie presenti erano di appartenenti a clan mafiosi, con tanto di pedigree. Le successive critiche , tra cui preminente quella rivolta a certi giudici palermitani sul rapporto Stato -mafia e molte altre non irrilevanti, sono sullo stesso piano dal quale io mi rivolgessi alla mia mano destra rimproverandola aspramente perché ha accarezzato in pubblico il lato B di una deliziosa fanciulla. Un’altra facezia è stata quella in cui si afferma che costringendoli a fare al massimo un mese di ferie “li si schiavizza”. Rendo noto, sempre dall’alto del mio Centro di informazioni che il cento per cento dei lavoratori italiani, massaie comprese , non arriva mai a fare un mese di ferie e , pertanto, sono da considerare iperschiavi.

 

Brillante è stata invece la panoramica sui processi che, in parole povere classificherò globalmente, come “processi a cavolo”. Scusate, ma da quale pianeta arrivano ? Concludo, egregio Direttore, con la mia offerta di collaborazione gratuita per capeggiare l’Ufficio : “evitiamo almeno le cazzate !” anche se so che, come per Mussolini,”chi tocca la M…… avrà del piombo metaforico) “. La saluto

 

G.L. Lombardi-Cerri

 

Lascia un Commento

VOCI DEL NORD ospiterà gratuitamente suggerimenti e scritti d'interesse generale inviati dai visitatori, i quali ne assumeranno l'esclusiva responsabilità ad ogni effetto di legge.

La Redazione

Categorie
Count per Day
  • 102485Totale visitatori:
  • 3Oggi:
  • 42Ieri:
  • 230La scorsa settimana:
  • 783Visitatori per mese: