Ricchezza

 

G.L. Lombardi-Cerri

 

In Italia si assiste da tempo ad una strenua battaglia tra sostenitori dei ricchi e sostenitori dei poveri. Meglio ancora ad una battaglia di avversari della ricchezza altrui fatta da molti ricchi di sinistra (sic!) con il risultato di portare questo Stato in condizione generale di povertà dato anche che i ricchi (di destra e di sinistra )stanno gradualmente monetizzando le proprietà e trasferendo la monetizzazione all’estero. Perchè avviene tutto ciò ? Che cosa c’è alla base? Alla base ci sta una filosofia che da tempo immemorabile regna sovrana esclusivamente in Italia : la filosofia catto-terro-comunista. La parte cattolica, prodotta esclusivamente dalla mentalità vigente a Roma è quella che si basa su una interpretazione cieca del passo evangelico : ” è più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco si salvi…” Che è un monito e non una condanna ! E quindi, secondo tale pensiero, i ricchi ( non io , gli altri ricchi) devono essere uccisi ( si fa per dire) e mandati subito all’inferno.

 

La parte terrò è quella della filosofia dell’ invidia sistematica, tipicamente meridionale : ” non ho combinato niente nella vita, pur essendo valido (dico io) esclusivamente per colpa altrui ( ossi di chia ha avuto successo)”. La parte comunista dice.: ” la proprietà è un furto” con il quale detto si liquida in un colpo solo ogni merito personale e i soldi fatti sempre dagli ALTRI. Lo Stato , ente anonimo per eccellenza, deve pensare a tutto dalla culla alla tomba e chi non la pensa così deve essere inviato, come minimo, in un campo di rieducazione. Per giustificare le balle che i detentori del potere sono sistematicamente obbligati a raccontare, si inventa un “nemico ” da accusare sempre di ogni malefatta. Pensate invece che nei paesi civili per quanto riguarda il “catto” direi meglio il cristianesimo , il divenire ricchi (onestamente, ben si intende) è considerata una benedizione Divina.

 

Occorre ricordare che il cristianesimo è diventato “catto” a Roma, nel momento di piena decadenza dell’impero e, pertanto, accogliendo gran parte dei difetti del tempo , continuamente aggiornati con i nuovi. Per quanto riguarda il “terrò” i meridionali si sono dovuti organizzare attraverso la mafia con la quale hanno aperto la strada a massicce esportazioni di malaffare, conquistando una poco invidiabile fama in tutto il mondo. La stessa parola “mafia” mantenuta nella lingua originale, ha arricchito le lingue locali per definire inequivocabilmente la delinquenza più rilevante. Circa la fetta “comunista” si evidenzia che , mentre tale verbo e relativa applicazione è stato cancellato in tutto il mondo (salvo Cina, in fase continua di attenuazione, Cuba , in netto superamento dell’acme in attesa che Fidel Castro passi a miglior vita; e Corea del Nord dove permane l’applicazione della filosofia e i suoi relativi…….

 

In Italia si è ancora in fase di salita verso la “luminosa vetta” in cui “tutti saranno uguali, ma qualcuno un po’ più uguale degli altri”. Che cosa ci si poteva aspettare da una miscela esplosiva come quella sopra descritta? Tutto in negativo. E ‘stata distrutta la famiglia. E’ stato distrutto il “senso della collettività” sostituito dal collettivismo. E’ stata distrutto l’altruismo. E’ stata distrutta la scuola e con la scuola la cultura. Con l’incipiente distruzione della Religione si sta distruggendo la correttezza morale. E’ stato distrutto il senso personale dell’onore e del dovere. E, infine, è stato affermato il principio del “tutto è relativo” per cui l’unica cosa importante è sopravvivere a qualunque prezzo, materiale e morale. E poi ci si domanda perché l’Italia si trova in una costante paurosa discesa ?

 

G.L. Lombardi-Cerri

 

Lascia un Commento

VOCI DEL NORD ospiterà gratuitamente suggerimenti e scritti d'interesse generale inviati dai visitatori, i quali ne assumeranno l'esclusiva responsabilità ad ogni effetto di legge.

La Redazione

Categorie
Count per Day
  • 104235Totale visitatori:
  • 18Oggi:
  • 20Ieri:
  • 183La scorsa settimana:
  • 416Visitatori per mese: