SENTENDO la RADIO

 

“Quando sento alla radio una canzone….” , così si cantava alla vecchia RAI .E così suona oggi a Radio Padania. Sentivo , qualche giorno fa la spiegazione del disastro elettorale , spiegazione da dare , al per me (ma non per loro) inesistente, popolo bue. Eccovela come l’hanno scodellata, calda calda in una miscela completa, mentre in altre trasmissioni veniva propinata a pezzi e bocconi. “La Lega ha perso per colpa degli elettori ” ( così si è proclamato)! Se invece di brontolare e lamentarsi, nonché villanamente criticare, questi “ignoranti ” si fossero dati da fare, partecipando ai gazebo e emettendo adeguata propaganda , le cose sarebbero andate in maniera totalmente diversa.” Usi ad obbedir tacendo e tacendo morir .

 

Così si declamava un tempo. E’ come se lo stato maggiore di una qualsiasi S.p.A. in fase pre fallimentare dicesse : “La colpa è dei clienti che , invece di lamentarsi del prodotto scadente, se si fossero decisi a comperare di più e gli azionisti che , invece di adirarsi per le spese inutili e per le ruberie ,se avessero messo mano al portafogli ripianando le perdite senza stolte proteste, le cose sarebbero andate in maniera abissalmente differente.” Al bla bla del poco fine dicitore si sono aggiunti gli interventi telefonici, ovviamente concordati. Una “cosiddetta ascoltatrice” ha detto: “cosa si pretende dalla Lega ( dopo appena trenta anni diciamo noi)? Solo quando gli sarà dato il 51% dei voti ci si potrà lamentare se non ha realizzato il promesso”.

 

Il che equivale a dire “mai ! “perché in nessuna nazione polipartitica si è verificato un fatto del genere. Un’altra ha detto : “si portano ad esempio il poco che hanno fatto Catalogna e Scozia. Quel poco lo hanno ottenuto dopo secoli di lotte ” Come dire :”campa cavallo!” Suggerirei inoltre ai gestori di Radio Padania di scegliere gli “interlocutori” tra quelli che di ministoria ne sanno almeno quanto un ragazzo delle medie . Infatti la lotta per la Catalogna è cominciata alla morte di Francisco Franco avvenuta il 20 novembre 1975, ossia poco prima della nascita della Lega.

 

Torniamo all’azienda Lega Nord di proprietà della famiglia Bossi e non dei cittadini (almeno così sembra) Quando succede un disastro simile l’azionista di maggioranza prende tutto lo staff dirigenziale, dico proprio tutto , nessuno escluso e lo caccia a pedate, sostituendolo con persone che sappiano non solo leggere e scrivere ( forse anche a malapena) ma anche un minimo di capacità e di esperienza gestionale. Avevo scritto in altri articoli. coraggio ragazzi, datevi da fare che il fatidico 2% lo raggiungerete prima del previsto! Sono stato un facilissimo profeta. Però il “fulmine di guerra ” Matteo Salvini passato dalla schiera bossiana alla schiera maroniana in un battito di ciglia ha dichiarato , dopo brevissima meditazione, :” è stato un disastro!” meglio se avesse fatto sua la famosa traduzione del marchesino Eufemio : “exercitus lardi !”, avrebbe meritato il premio. Sempre fulmineo il marchesino Eufemio si è messo al riparo. Di solito , per evere una eredità, si attende che il beneamato muoia. Il marchesino , ad Adro , si è recato con macchina ed autista del “capo”.

 

Allungando le manine sull’eredità, a “babbo vivo”.

 

Quel politesse !

 

di Gian Luigi Lombardi-Cerri

Lascia un Commento

VOCI DEL NORD ospiterà gratuitamente suggerimenti e scritti d'interesse generale inviati dai visitatori, i quali ne assumeranno l'esclusiva responsabilità ad ogni effetto di legge.

La Redazione

Categorie
Count per Day
  • 116854Totale visitatori:
  • 39Oggi:
  • 48Ieri:
  • 425La scorsa settimana:
  • 919Visitatori per mese: