Archivio di luglio 2013

LA DIGNITA’ SACRIFICATA AL REALISMO

 

COME CI GIUDICANO ALL’ESTERO
di Gerardo Morina – Corriere del Ticino

 

La scena politica italiana ha prodotto ieri due certezze. Non si dimette il ministro dell’Interno Angelino Alfano (PdL), chiamato a rispondere sul giallo dell’espulsione dei kazaki. E neppure cade la testa di Roberto Calderoli, esponente leghista e vicepresidente del Senato, responsabile dell’offensivo paragone («Sembra un orango») con cui ha umiliato Cécile Kyenge, ministro dell’Integrazione del Governo Letta. Entrambi i politici si sono difesi e pubblicamente autoassolti. «Nessuno del mio Esecutivo sapeva», ha tenuto a dire Alfano. Mentre la relazione del capo della polizia Alessandro Pansa è sul tavolo del ministro, una dimissione ieri c’è stata, quella del capo di Gabinetto dello stesso Alfano, Giuseppe Procaccini, seguita dalla sostituzione del capo della segreteria del dipartimento pubblica sicurezza, Alessandro Valeri. Probabilmente capri espiatori della vicenda kazaka, che non ha ancora un vero epilogo. Leggi il resto di questo articolo »

TELEVISIONE DI STATO

 

Che la televisione statale sia “altamente educativa” (sic!) è un fatto ormai noto a tutti, ma che ormai fomenti anche i più bassi sentimenti non era pensabile ( almeno da parte mia) Abbondantemente schifato non passo più tempo a vederla. Alcuni giorni fa, tuttavia, sono capitato per caso su Forum vedendo un certo episodio , il primo dei due che esaminerò. Incuriosito sono andato , successivamente, in piena coscienza a vedere una seconda trasmissione per verificare se quanto visto era una eccezione , oppure una regola. Peggio della precedente ! Ecco i due episodi in estrema sintesi. 1.-Famiglia costituita da madre e un figlio. Leggi il resto di questo articolo »

SVIZZERA-UE PURCHE’ NON SI SUPERI LA LINEA ROSSA

 

di Moreno Bernaschoni – Corriere del Ticino

 

Il Governo ha deciso ieri di negoziare un nuovo quadro istituzionale delle relazioni bilaterali con l’Unione europea. Un passo necessario, visto che Bruxelles non intende più concedere alla Svizzera lo statuto eccezionale di cui oggi gode: vale a dire la partecipazione ad un progetto multilaterale come il mercato unico restando al di fuori del quadro istituzionale e del diritto omogenei che reggono questo stesso progetto multilaterale. Leggi il resto di questo articolo »

24 GIUGNO 2013

 

Questa data segna due fatti drammatici : la sentenza della magistratura milanese contro Berlusconi e l’apertura dei c/c bancari alla completa disponibilità della Guardia di Finanza. Due eventi stranamente contemporanei. Per noi il 24 giugno 2013 è una data che posa una enorme pietra miliare sul futuro dell’Italia. Lo Stato della sinistra vuole imporsi con forza. Noi oggi constatiamo che il nostro – che fu il “bel Paese” – entra nella fase conclusiva dell’antico piano comunista mirante all’appropriazione dello Stato italiano.

Leggi il resto di questo articolo »

IL SIGNOR CST CITTADINO E SUDDITO

 

di Giancarlo Dillena – Corriere del Ticino

 

Al signor CST hanno insegnato a scuola, oramai parecchi anni fa, che doveva essere grato alla Rivoluzione francese perché grazie ad essa lui oggi non è più un Suddito ma un Cittadino. Non c’è cioè più un Principe, che dispone di lui a suo piacimento, nel nome della volontà divina che lo ha messo sul trono e reso automaticamente giusta ogni sua scelta. È vero che anche oggi il signor CST deve sottostare a molti obblighi nei confronti del nuovo Principe, lo Stato. Deve pagare non poche tasse, deve accettare sempre nuove leggi, deve fare i conti con regolamenti e procedure non sempre facili da capire. Ma lo fa, gli hanno spiegato, da Libero Cittadino. Leggi il resto di questo articolo »
VOCI DEL NORD ospiterà gratuitamente suggerimenti e scritti d'interesse generale inviati dai visitatori, i quali ne assumeranno l'esclusiva responsabilità ad ogni effetto di legge.

La Redazione

Categorie
Count per Day
  • 102484Totale visitatori:
  • 2Oggi:
  • 42Ieri:
  • 229La scorsa settimana:
  • 782Visitatori per mese: